Home   Il Dirigente    Plessi scolastici    Progetti   Contatti  
 
Istituto Comprensivo "E. Toti" - Musile di Piave

PROGETTO EDMODO

EDMODO

Presentazione della piattaforma Edmodo.com

Edmodo è un social network didattico pensato per la scuola che consente agli insegnanti di creare dei gruppi classe virtuali e di mettersi in contatto con gli studenti per condividere materiali, svolgere test e interagire. Il termine social network è spesso associato a sistemi di comunicazione come Facebook nel quale gli utenti postano messaggi, condividono foto e che possono essere visualizzati da tutti accedendo al proprio profilo, come sappiamo, tutti, giovani e non, oggi utilizzano questo sistema, a volte anche in modo errato. Edmodo presenta una grafica simile a Facebook, ma offre la possibilità di comunicare e di interagire in modo corretto, in un ambiente protetto, gestito dal docente, ma soprattutto, permette di scaricare i materiali didattici inseriti dagli insegnanti e agli studenti di interagire con i compagni e i professori; inoltre, gli alunni possono esercitarsi svolgendo test e divertirsi rispondendo ai sondaggi. Cercheremo qui di seguito di rispondere alle domande più frequenti di genitori e insegnanti in merito alla piattaforma Edmodo.

Quali vantaggi offre?
Tutti gli studenti oggi passano molte ore al computer sui diversi social network o vi accedono dai loro telefonini di ultima generazione; di norma sottraggono tempo allo studio o assumono atteggiamenti scorretti che non possono essere controllati dagli adulti che si occupano della loro educazione. La grafica di Edmodo è molto simile a quella di Facebook, per cui è nota, semplice e intuitiva, ma offre loro la possibilità di comunicare solo con il proprio gruppo classe e con i docenti. Il vantaggio principale di Edmodo è il fatto che sicuramente sarà apprezzato dagli studenti per il suo aspetto e le sue funzioni; ma allo stesso tempo consente di non mescolare la vita privata con quella scolastica. La piattaforma virtuale inoltre si può considerare come una “propaggine” della scuola, è come se gli studenti fossero ancora in classe, direttamente a casa propria; la classe quindi si estende oltre il luogo fisico quotidiano e continua a offrire occasioni di scambio, di contatto, ma soprattutto di apprendimento.

Edmodo è aperto a tutti?
Sì, o almeno, a tutti coloro che aderiranno all’iniziativa. L’insegnante crea il gruppo classe e le diverse cartelle relative alle discipline, il sistema genera un codice per ogni forum, che viene poi distribuito agli studenti. Gli alunni devono inserire quel codice solo al momento della registrazione, dal primo accesso in poi, infatti, verrà loro richiesto solo di inserire nome utente e password che hanno scelto. Dopo che tutta la classe reale sarà diventata virtuale l’insegnante blocca i nuovi accessi ai diversi gruppi, così nessun altro utente sconosciuto potrà avervi accesso (in questo è molto simile alle nostre aule scolastiche, nelle quali, per non essere disturbati, chiudiamo la porta). Nel caso in cui qualche maldestro studente dia il codice ad estranei, l’insegnante provvede immediatamente alla cancellazione degli stessi, resetta il codice gruppo, senza che ciò comporti l’aggiornamento del codice per gli studenti già iscritti. Lo stesso potrà fare nel caso in cui un alunno della sua classe si comporti in modo inadeguato inserendo commenti fuori luogo o offendendo i compagni, impostando il suo profilo “su sola lettura” (l’alunno visualizza ciò che accade nei forum ma non può scaricare materiale, svolgere test, rispondere ai sondaggi o scrivere messaggi) oppure rimuovendolo dal gruppo.

Edmodo è sicuro?
Sì, la scuola, come i genitori, si preoccupa della sicurezza sul web e dell’educazione dei ragazzi spingendoli ad assumere comportamenti corretti e a interagire con i propri compagni, anche con quelli che non gli vanno a genio. Inoltre è presente un codice genitori affinché possano anche loro accedere alla piattaforma e controllare il lavoro dei ragazzi o comunicare con il docente. Possono accedere al profilo del proprio figlio, visualizzare i risultati dei test, leggere i messaggi, ricevere notifiche sulle novità direttamente sulla propria casella di posta elettronica. L’insegnante inoltre modera gli interventi del forum e può cancellare quelli che non ritiene consoni all’ambiente didattico. Gli studenti possono comunicare direttamente solo con il docente o con tutti i compagni; i messaggi privati tra studenti infatti non sono possibili e nemmeno commenti o messaggi anonimi.

Edmodo piacerà agli studenti?
Probabilmente sì, perché la piattaforma è didattica ma allo stesso tempo non comporta il fatto che lo studente si senta sotto pressione o controllato come a scuola, inoltre, l’idea di internet potrebbe essere allettante. Gli alunni hanno la possibilità di chiedere chiarimenti, spiegazioni, ripassare, fare domande all’insegnante, nel caso in cui siano in dubbio sullo svolgimento di un compito o di un esercizio. Gli studenti inoltre, avranno la possibilità di creare un gruppo classe più omogeneo e di scoprire aspetti del carattere e della personalità di un compagno che non conoscevano o con il quale parlavano poco. La classe avrà a disposizione un calendario con gli impegni (verifiche, uscite didattiche, laboratori, consegna compiti, compleanni dei compagni, date degli esami) e, in base al loro comportamento sul forum riceveranno dei “premi” (medaglie colorate e animate, a scelta del docente, ad esempio: alunno del mese; alunno distratto; esperto di latino; ecc.). L’opzione calendario e medaglie sicuramente aumenterà la curiosità di tutti verso la scoperta degli impegni della classe e dei distintivi ottenuti dai compagni e magari incentivarli a distinguersi per caratteristiche positive. I singoli alunni possono accedere alla sezione materiali didattici, leggere o scaricare i materiali utilizzati al mattino sulla LIM, ripassarli e averli sempre a disposizione; possono anche caricare i loro lavori nella sezione “zainetto”.



   Torna su